paoloquercia

Somalia: le tensioni nell’Oltre Giuba e le lezioni non apprese

In Africa on luglio 3, 2013 at 4:58 pm

testata corno africa pq

Complice l’ottimismo profuso a piene mani da inglesi, americani e turchi, molti hanno salutato il 2013 come l’anno della svolta per la Somalia. Quello in cui un nuovo governo centrale, sufficientemente legittimato all’interno del paese dai meccanismi di cooptazione clanica e a livello internazionale dal riconoscimento degli Stati Uniti d’America, avrebbe potuto progressivamente procedere alla liberazione delle aree del paese ancora sotto controllo degli shabaab, alla ricostruzione di una minima funzione statale pubblica e mettere mano pacificamente alla soluzione del rompicapo clanico – federalista. Qualche legittimo dubbio sulle possibilità di pacificazione del paese sorgeva non tanto a causa delle  capacità di resistenza, di sopravvivenza nel lungo periodo e di riorganizzazione da parte del movimento degli Shabaab nel nuovo contesto somalo, quanto piuttosto all’incapacità del governo centrale di estendere la sfera d’influenza del proprio potere oltre Mogadiscio senza finire nella trappola delle lotte interclaniche.

articolo integrale 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: